Direttore responsabile Luigi Barone
23.12.09
Iniziato l'iter per il riconoscimento della prestigiosa denominazione europea di origine protetta ad un prodotto di grande importanza per l' agricoltura lombarda.
10.12.09
Con la Regione, 14 Comuni e 2 Comunità montane, sarà un percorso promozionale delle eccellenze locali. I prodotti tipici avranno la possibilità di accedere ad un circuito commerciale più ampio coinvolgendo, non solo le aziende agricole ma anche ristoranti e Pro Loco.
10.12.09
Mostrare ai bambini delle immagini di particolari cibi li incoraggia a volerli assaggiare una volta che si trovano davanti al prodotto vero, questi i risultati di una piccola ricerca condotta da una Università Inglese.
27.11.09
L'appuntamento è per il 3 dicembre all'Hotel Westin Excelsior con il "Barilla center for food & nutrition international forum". L'evento raccoglierà i massimi esperti italiani e internazionali in tema di salute, economia, società e ambiente per discutere e dare ascolto alle esigenze attuali ed emergenti sui grandi temi legati al mondo della nutrizione.
23.11.09
Mandorle di Avola, biscotti realizzati con le stesse mandorle, coppette di macedonia con succo fresco di arancia rossa di Sicilia Igp, merendine al limone di Siracusa, pomodorino di Pachino, schiacciatine pandittaino, salame Sant'Angelo di Brolo Igp, formaggio ''Cosacavaddu'' semistagionato e pistacchio di Bronte un modo diverso di fare merenda. Un progetto dell'assessorato regionale Agricoltura e foreste.
20.11.09
Un singolare concorso indetto dalla regione Puglia invita studenti a realizzare una sceneggiatura- cartoon.
10.11.09
Qualità trentino sarà il marchio di qualità con indicazione di origine, il suo scopo è sviluppare ulteriormente il progetto di marketing territoriale della Provincia nonché di assicurare la riconoscibilità dei prodotti agroalimentari territoriali ad elevato standard di qualità nelle relative attività di distribuzione, commercializzazione e vendita.
04.11.09
Un ricerca condotta dalla University college di Londra mostra che con i così detti cibi processati il rischio di depressione è molto più alto. Le campagne organizzate dal Mipaaf sono esempio attivo di come incoraggiare i cittadini a mangiare cibi sani e, di conseguenza, essere più felici.