Direttore responsabile Luigi Barone

Agea: 108 milioni di euro di contributi comunitari per il settore olivicolo

Immagine principale dell'articolo
01.04.11
47 i programmi finanziati, di cui 36 presentati da organizzazioni di produttori, 5 da unioni di organizzazioni di produttori e 6 da altre organizzazioni di produttori.

Ammontano a circa 108 milioni di euro i fondi comunitari assegnati all’Italia per gli interventi previsti dal Regolamento Ce 867/08 a favore del settore olivicolo, finanziamenti che vengono assegnati ai produttori attraverso Agea, l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura, per il triennio 1° aprile 2009-il 31 marzo 2012. I settori di attività dove sono previsti gli interventi sono: monitoraggio e gestione amministrativa del mercato nel settore dell’olio d’oliva e delle olive da tavola per un importo Ce di 14 milioni di euro; miglioramento dell’impatto ambientale dell’olivicoltura per un importo Ce di 36 milioni di euro; miglioramento della qualità della produzione di olio d’oliva e delle olive da tavola per un importo Ce di 39,6 milioni di euro; tracciabilità, certificazione e tutela della qualità dell’olio d’oliva e delle olive da tavola per un importo Ce di 18,3 milioni di euro. Vi è poi un ultimo settore di intervento per la diffusione di informazioni sulle attività svolte dalle organizzazioni di operatori per importi marginali. Il monitoraggio della produzione di olio in Italia è effettuato dal Coordinamento di Agea, che raccoglie i dati direttamente dai frantoi, fa il conto dell’olio prodotto in Italia, determina i quantitativi immessi sul mercato come olio di produzione nazionale. Se dall’incrocio di tutti questi elementi emergono eventuali situazioni anomale, Agea procede alla segnalazione alle autorità competenti. I programmi finanziati da Agea sono 47, di cui 36 presentati da organizzazioni di produttori, 5 da unioni di organizzazioni di produttori e 6 da altre organizzazioni di produttori. Le regioni interessate da questi interventi sono: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. Relativamente alla prima annualità (1 aprile 2009-31 marzo 2010) l’importo complessivo approvato degli interventi è stato di 43,5 milioni di euro, l’importo rendicontato dagli operatori è stato di 40,3 milioni di euro, mentre l’importo ammesso ai finanziamenti dopo i controlli è risultato di 39,9 milioni di euro. Della somma ammessa, 33,1 milioni di euro è arrivata dai finanziamenti comunitari, 3,4 milioni di euro è stato il contributo dello Stato italiano e altri 3,4 milioni di euro il contributo diretto degli operatori.

Also in:
Tags: