Direttore responsabile Luigi Barone

I 150 piatti che hanno fatto la storia d’Italia

la locandina del progetto
13.04.11
Il progetto di SapereSapori, in collaborazione con l’Associazione nazionale città del vino, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, intende avviare un’azione di raccolta e di divulgazione di quei piatti tradizionali che rappresentano, ognuno, il proprio territorio.

La tradizione in cucina, i piatti che ancora oggi si insegnano ai figli, sono l’aspetto che più rappresenta l’identità nazionale e che hanno ancora un forte legame con il territorio, con i prodotti locali e con i nostri ricordi.
La cucina enogastronomica italiana è fatta di tante tradizioni territoriali, ognuna molto diversa dalle altre, ed ognuna con una sua storia, la storia del suo popolo
I ristoranti e gli agriturismi potranno partecipare all’iniziativa “Un’Itàlia” gratuitamente, proponendo un piatto tradizionale locale, elencando gli elementi base locali utilizzati, e la descrizione tradizionale sia in italiano che, facoltativamente, in forma dialettale, per cucinarlo.
Una giuria scelta fra giornalisti enogastronomici, scrittori, chef, selezionerà i 150 piatti che più rappresentano la storia e la tradizione nazionale e che utilizzano il maggior numero di ingredienti locali. AI 150 piatti selezionati, verranno abbinati 150 vini scelti per territorialità e concordanza di sapori. I 150 piatti e i 150 vini saranno poi riproposti in forma editoriale.
SapereSapori, in collaborazione con l’Associazione nazionale città del vino, in occasione di questo momento storico, i 150 anni dell’unità d’Italia, intendono portare alla luce la storia di 150 piatti di varie realtà regionali, promuovendo un’azione di raccolta e di divulgazione di quei riferimenti enogastronomici tradizionali che sono la storia della nostra cucina e delle nostre tradizioni
La scommessa di SapereSapori e Città del vino è raccontare, ancora una volta, piatti d’altri tempi e vini orgogliosi che fanno parte della nostra storia e della nostra gente, piatti spesso tramandati a voce e mai scritti e vini, che il tempo ne può aver modificato le tecniche di lavorazione, ma che il gusto riproposto è sempre lo stesso.

Also in:
Tags: