Direttore responsabile Luigi Barone

Roma, portati in centri Ama oltre 400 alberi di Natale

Immagine principale dell'articolo
16.01.12
L'iniziativa è partita il 7 gennaio e terminerà oggi alle 19.00. I 'ritardatari' potranno comunque conferire il proprio abete anche nei prossimi giorni. Nelle prossime ore Ama e Corpo forestale provvederanno al controllo delle radici delle piante per la selezione: secondo le stime, quelle in buone condizioni sono oltre il 50%.

Sono oltre 400 gli alberi di Natale consegnati quest'anno dai cittadini romani e che torneranno a nuova vita grazie all'iniziativa di raccolta organizzata da Ama e Corpo forestale dello Stato in collaborazione con il TgR Lazio e l'assessorato all'Ambiente di Roma Capitale, giunta ormai alla settima edizione. L'iniziativa, che ha visto il coinvolgimento di 11 centri di raccolta e 128 postazioni mobili dell'Ama, è partita il 7 gennaio e terminerà oggi alle 19, orario di chiusura dei centri, ma i 'ritardatari' potranno comunque conferire il proprio abete, sempre gratis, anche nei prossimi giorni. Nelle prossime ore Ama e Corpo forestale provvederanno al controllo delle radici delle piante per la selezione: quelle in buone condizioni (oltre il 50% secondo le stime) saranno trasportate al centro della forestale di Arcinazzo Romano, per essere ripiantate ed essere destinate in futuro a iniziative di educazione ambientale nelle scuole, mentre quelli più 'malandate' saranno condotte all'impianto Ama di Maccarese per essere trasformate in compost, un ammendante naturale di alta qualità ottimo per concimare piante in vaso o da giardino. A fare il consuntivo di questa edizione sono stati il presidente della municipalizzata, Piergiorgio Benvenuti e il comandante provinciale della forestale, Carlo Costantini. Per questa settima edizione, ha spiegato Benvenuti, "è stata fatta un'attività di informazione nella città attraverso i media e il nostro sito. La risposta è stata positiva, anche rispetto allo scorso anno, e l'anno prossimo riproporremo sicuramente questa iniziativa". Questi alberi, ha sottolineato il presidente, "verranno consegnati al Corpo forestale dello Stato già da oggi, e in futuro verranno utilizzati anche per attività di educazione ambientale. Noi riteniamo che iniziative come queste siano importanti per l'Ama, perché il coinvolgimento e la sensibilità ambientale dei cittadini contribuisce a fare di Roma una città sempre più igienicamente corretta e più decorosa". Soddisfatto il comandante Costantini: "Si tratta di un'iniziativa di educazione ambientale e questa fa parte dei nostri compiti istituzionali, ha detto. “Lo scopo principale è quello di evitare che queste piante, che hanno trascorso circa un mese all'interno delle nostre case in condizioni climatiche opposte a quelle che prediligono in natura, vengano semplicemente abbandonate nei cassonetti dell'immondizia, perché se sono state curate adeguatamente hanno buone speranze di sopravvivenza".

Also in:
Tags: