Editor Luigi Barone
20.12.12
According to data from the Yearbook of Italian agriculture, presented by INEA the 20th of December, in 2011 in Italy the production value of the, agricultural, forestry and fishing industry, reached 51.8 billion euro.
20.12.12
Secondo i dati del Copa- Cogeca il raccolto dovrebbe essere in fase di crescita, visto che rappresenterebbe un aumento di circa 1.8 milione di tonnellate rispetto al 2012.
19.12.12
I dati del COCERAL indicano che nel 2012 la produzione avrà raggiunto 26,95 milioni di tonnellate, grazie all’aumento considerevole delle rese dei semi di colza in Belgio, Lussemburgo, Germania, Paesi Bassi e Svezia. Intanto, la produzione di soia è calata nel 2012 da 1.18 milioni di tonnellate a 762.000 tonnellate, con le riduzioni maggiori registrate in Francia, Romania ed Italia (da 828.000t a 435.000t).
14.12.12
Secondo l'Associazione nazionale cerealisti le esportazioni dall’Italia dei prodotti del settore cerealicolo nei primi nove mesi del 2012 sono diminuite di 294.000 tonnellate rispetto all’anno precedente (-9,5%).
22.11.12
Nel periodo Gennaio-Agosto, secondo l’Associazione nazionale cerealisti, del 2012 le importazioni del settore dei cereali, semi oleosi e farine proteiche in Italia sono diminuite di circa 2 milioni di tonnellate rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-16,7%).
13.11.12
Buono l’andamento degli ortaggi che guadagnano il 3,4% sul mese scorso, mentre il rimbalzo della frutta (+20,8%) va letto come conseguenza della diversa composizione del paniere rispetto ai mesi estivi. Inaspettata battuta d’arresto per i cereali.
18.10.12
Esse rappresentano il 2,8% delle aziende agricole totali. Il 62,5% delle aziende biologiche e' attivo nel Sud e nelle Isole. Qui si concentra anche il 70,9% della superficie biologica complessiva
18.10.12
Le importazioni in Italia nel settore dei cereali, semi oleosi e farine proteiche nei primi sette mesi del 2012 sono diminuite del 14,2% rispetto al 2011 (-1,4 milioni di tonnellate). Le esportazioni dall'Italia dei prodotti del settore cerealicolo nei primi sette mesi del 2012 sono diminuite di circa 300.000 tonnellate rispetto allo stesso periodo del 2011 (-12,0%). Pertanto il saldo valutario netto è pari a -889,2 milioni di Euro, contro -1264,7 milioni di Euro nel 2011.