Editor Luigi Barone
17.04.14
Secondo i dati della Borsa merci telematica italiana, sotto la spinta delle tensioni nell’area del Mar Nero, i prezzi all’ingrosso del frumento tenero e del mais nazionali hanno registrato a marzo un aumento mensile rispettivamente pari a +4% e +5,3%.
24.04.14
Secondo i dati dell'Associazione nazionale cerealisti, le importazioni in Italia dei prodotti del settore cerealicolo nel mese di Gennaio 2014 hanno registrato un aumento complessivo di 282.000 tonnellate rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+21%). L’aumento è dovuto principalmente agli arrivi dei cereali in granella (+300.000 t), in particolare grano duro (+163.000 t), grano tenero (+71.000 t) e mais (+36.000 t).
31.05.13
Ancora presto per parlare di inversione di tendenza, spiega l’Ismea, specie alla luce della dinamica negativa dell’export nazionale nel suo complesso che, in base ai dati Istat, ha subito una contrazione dello 0,7% nel primo trimestre, a causa soprattutto della deludente performance in Europa.
29.05.13
È quanto rivela l’Ismea nella consueta indagine trimestrale sulla congiuntura agricola condotta a marzo presso un panel di 800 aziende del settore primario.
28.05.13
Secondo i dati dell'Osservatorio Wine monitor Nomisma il vino biologico è in grande “fermento”. In Italia il 6,5% degli ettari vitati è biologico (secondo posto al mondo, solo dopo l’Austria – 8,6% e a fronte di una media mondiale del 2%); anche in valore assoluto l’Italia è medaglia d’argento: con quasi 53mila ettari vitati bio (+67% tra il 2003-2011) è superata solo dalla Spagna (57mila ettari, +430%).
24.05.13
Dall’analisi degli scambi, realizzata dall’osservatorio economico di Unaprol in occasione di Tuttofood di Milano, risulta che Il made in Italy vola con buoni risultati verso gli Usa, con 133 mila tonnellate di olio esportato (con una progressione del 5,3% in quantità e del 4% in valore), in Germania dove si sono raggiunti livelli di 48 mila tonnellate di olio esportate ( +6,6% in volume e +3,2% in valore), e in Giappone, dove la performance è migliorata di molto, con una crescita del 24% in quantità e del 20% in valore. Tra i Paesi nuovi consumatori si segnalano Cina e Russia, con un incremento dell’export del 18% sia in volume, sia in valore.
24.05.13
Secondo dati dell'Associazione nazionale cerealisti le esportazioni dall’Italia del settore cerealicolo nei primi due mesi del 2013 sono aumentate di 109.000 tonnellate (+18%) rispetto all’anno precedente.
22.05.13
A testimoniarlo sono i dati Ismea Gfk-Eurisko sugli acquisti domestici dei prodotti alimentari relativi al primo trimestre di quest’anno, che indicano una contrazione della spesa del 2,3% su base annua, accompagnata da una flessione delle quantità acquistate dell’1,4%.
21.05.13
Indietro tutta ad aprile per i prezzi agricoli, che cedono il 6,2% su base mensile. Le coltivazioni perdono rispetto a marzo l’11,6%, mentre limitano i ribassi a un meno 1,2% le produzioni zootecniche.
16.05.13
È quanto emerge dall’indagine che l’Ismea ha condotto a marzo su un panel di 1.200 operatori allo scopo di misurarne il sentiment. Qualche timido segnale di ottimismo trapela invece dai giudizi degli operatori sull’evoluzione dello scenario economico nel breve termine, sia in riferimento al settore di pertinenza, sia più in generale alle prospettive del Paese.
15.05.13
E’ quanto emerge dal trimestrale Ismea di analisi e previsioni sui settori agroalimentari “Tendenze”, scaricabile integralmente sul sito Internet www.ismea.it.
19.04.13
Le esportazioni del settore cerealicolo nel mese di Gennaio 2013 sono aumentate del 33,3% rispetto allo stesso periodo 2012 (+95.000 tonnellate) grazie ai cereali in granella (+44.000 t), alle paste alimentari (+34.500 t) al riso, considerato nel complesso tra risone, semigreggio, semilavorato e lavorato (+10.200 t) ed ai mangimi (+4.900 t).