Editor Luigi Barone
09.04.14
Dai dati dell’osservatorio economico di Unaprol con particolare riferimento al settore olivicolo, l’analisi degli scambi mostra per il 2013 una bilancia commerciale in attivo. Il surplus risultante è pari a 151 milioni di euro.
11.04.14
Dopo le tensioni di marzo, innescate dalla crisi geopolitica in Ucraina, aprile fa registrare un raffreddamento dei listini nazionali dei cereali, di riflesso ai segnali di distensione sui mercati mondiali. È quanto emerge da un’analisi Ismea sul mercato delle principali commodities agricole.
20.12.12
Secondo i dati del Copa- Cogeca il raccolto dovrebbe essere in fase di crescita, visto che rappresenterebbe un aumento di circa 1.8 milione di tonnellate rispetto al 2012.
19.12.12
I dati del COCERAL indicano che nel 2012 la produzione avrà raggiunto 26,95 milioni di tonnellate, grazie all’aumento considerevole delle rese dei semi di colza in Belgio, Lussemburgo, Germania, Paesi Bassi e Svezia. Intanto, la produzione di soia è calata nel 2012 da 1.18 milioni di tonnellate a 762.000 tonnellate, con le riduzioni maggiori registrate in Francia, Romania ed Italia (da 828.000t a 435.000t).
14.12.12
Secondo l'Associazione nazionale cerealisti le esportazioni dall’Italia dei prodotti del settore cerealicolo nei primi nove mesi del 2012 sono diminuite di 294.000 tonnellate rispetto all’anno precedente (-9,5%).
22.11.12
Nel periodo Gennaio-Agosto, secondo l’Associazione nazionale cerealisti, del 2012 le importazioni del settore dei cereali, semi oleosi e farine proteiche in Italia sono diminuite di circa 2 milioni di tonnellate rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-16,7%).
13.11.12
Buono l’andamento degli ortaggi che guadagnano il 3,4% sul mese scorso, mentre il rimbalzo della frutta (+20,8%) va letto come conseguenza della diversa composizione del paniere rispetto ai mesi estivi. Inaspettata battuta d’arresto per i cereali.
18.10.12
Esse rappresentano il 2,8% delle aziende agricole totali. Il 62,5% delle aziende biologiche e' attivo nel Sud e nelle Isole. Qui si concentra anche il 70,9% della superficie biologica complessiva
18.10.12
Le importazioni in Italia nel settore dei cereali, semi oleosi e farine proteiche nei primi sette mesi del 2012 sono diminuite del 14,2% rispetto al 2011 (-1,4 milioni di tonnellate). Le esportazioni dall'Italia dei prodotti del settore cerealicolo nei primi sette mesi del 2012 sono diminuite di circa 300.000 tonnellate rispetto allo stesso periodo del 2011 (-12,0%). Pertanto il saldo valutario netto è pari a -889,2 milioni di Euro, contro -1264,7 milioni di Euro nel 2011.
18.09.12
Rispetto a luglio 2011 emergono aumenti significativi soprattutto per i prodotti energetici (+9,5%, con punte del 26,2% per l’energia elettrica) e per i capi da ristallo (+9,3%). Sostenuta anche la dinamica dei concimi, aumentati mediamente del 5% sullo scorso anno, con rincari piuttosto evidenti inoltre per mangimi e sementi, rispettivamente del 3,7% e del 2,5%.
13.09.12
Si riducono gli arrivi dall’estero dei cereali in granella, in particolare del granturco, del grano duro, dell’orzo e del grano tenero. Inoltre le esportazioni dall’Italia dei prodotti del settore cerealicolo nel primo semestre 2012 sono diminuite di 300.000 tonnellate (-14%) rispetto allo stesso periodo del 2011
11.09.12
Tra le coltivazioni, che registrano su base mensile un aumento dei prezzi del 4,6%, emerge un più 10,1% per i cereali, con il granoturco rincarato del 15,2% e il frumento in rialzo del 6,2%. La recente ripresa del mercato cerealicolo riflette le tensioni internazionali seguite al peggioramento delle stime sui raccolti 2012, a causa della prolungata siccità negli Stati Uniti e in Russia.